La stanza per due – Il lento

couple-dancing-0510-lg

 

Una stanza, un cerchio a terra. Moquette rossastra, pareti mogano. Una lampadina regolabile.
Una fantastica occasione di ballare un lento con una persona a caso.
Le stanze sono circa 7 miliardi.
Curioso, entri in una delle stanze, completamente ignaro.
Al buio, mani calde toccano le tue, un respiro profondo e sicuro ti accompagna. Si appoggia alla tua spalla ed inizia a ballare.
“Hai un buon profumo” ti dice.
Tu respiri il suo: più profondo della lavanda, più dolce del miele, indefinibile. È un profumo che non puoi dimenticare.
Continua a ballare lentamente appoggiata a te, e nel buio chiede se può accendere la luce per vederti. Tu dici di no, che è presto.
“Non diamoci definizioni.. è una delle cose più belle non porci limiti”
La senti sorridere – il respiro netto tra i denti di una donna che sorride è qualcosa che non si può descrivere, si può solo vivere – e ti bacia sulla guancia come se le avessi appena regalato un fiore.
Lo spazio è limitato, ti muovi lento, goffo.
“Sei impacciato, rilassati, non c’è alcun pericolo” ti dice.
“Goditelo” ti dice.
Tu, nel silenzio, le chiedi di non muoversi e di chiudere gli occhi.
Lei accetta, sorridendo nel buio.
Tu accendi la lampadina sopra le vostre teste.
Lei è ovviamente bellissima.
Ha gli occhi chiusi.
“Ti prenderesti cura di me?” ti chiede, tesa.
Tu respiri e le rispondi che lo potrà fare, se lei glielo permetterà.
Le sue labbra si avvolgono costipate alle tue. Le tue si lasciano andare al ritmo sinuoso della sua pelle e del suo respiro.
La lingua non cerca, trova. Il respiro non indaga, si innamora.
“A domani?” chiede lei, speranzosa.
A domani, rispondi tu.

“Come sarebbe a dire occupato?”
“Beh, non c’è spazio per tre persone lì dentro”

Il valzer dei rapporti è di una quotidianità disarmante.
L’attenzione dell’amore è rivolta ad una sola anima, per quanto possa amarne due.
Se è occupata, per te non c’è spazio.

Le faremo sapere.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s